Quale forno scegliere?

Oggi dopo più di un anno, ho avuto l’occasione di incontrare un cliente a cui ho curato la ristrutturazione dell’appartamento aiutandolo a scegliere materiali e finiture e a cui ho progettato la cucina. Mi ha fatto molto piacere sentirmi dire che era molto contento della sua casa, ed in particolar modo della cucina, sia per l’organizzazione degli spazi che per gli elettrodomestici che gli ho consigliato.
Da home planner e come fruitore, ritengo che l’ottimo risultato di un progetto dipenda dalla concomitanza di una serie di scelte che non debbono fermarsi solo alla parte estetica, ma fondersi con essa per garantire funzionalità e comfort.

Come l’ottimo risultato di un pavimento dipende non solo dalla bellezza delle piastrelle che è oggettiva e evidente, ma anche dalla perfezione del sottofondo e dalla presenza di colla che concorrono all’ottima posa in opera, in una cucina a garantire bellezza, funzionalità e durata intervengono diversi fattori e la scelta degli elettrodomestici non deve assolutamente essere sottovalutata.
Spesso noto che vi è predisposizione a spendere per avere un risultato estetico da effetto wow, e poca inclinazione invece a investire su un elettrodomestico che oltre la bellezza sia dotato di particolari funzionalità che possano aiutare a risparmiare tempo e denaro.
Questo confronto odierno mi ha fatto venire voglia di parlare di un elettrodomestico che io amo molto: il forno.
Parlando con i clienti mi sono resa conto, che quasi mai se ne conoscono le caratteristiche e quindi le potenzialità. Ignorando questi elementi fondamentali, spesso la valutazione e la conseguente scelta vengono dettate soltanto dal suo costo.
Si tende a scegliere quelli con un costo più basso, ma hai mai provato a domandarti perché ci sono forni che costano poco ed altri moltissimo? Cosa determina la loro differenza? Cosa posso avere in cambio di un investimento magari soltanto un pochino più alto?
Negli ultimi anni, il forno che tradizionalmente era alimentato a gas e per lo più facente parte di un blocco cucina, è stato sostituito da forni ad incasso con alimentazione elettrica.
Il tema dei consumi, in questi anni di crisi, è più che mai di fondamentale importanza e quindi in quest’ ottica, la prima valutazione da fare per orientarti nella scelta è relativa alla classe di appartenenza dei consumi.
La maggior parte dei forni, appartengono alla classe energetica A. Quelli più evoluti e performanti possono invece rientrare nella categoria A+ e in qualche caso A++.
I meno costosi, sono quelli che hanno poche funzioni di cottura, cavità interna, cioè spazio utile per la cottura, con capienza dai 56 ai 59 litri e funzionamento meccanico, cioè quello in cui la temperatura, il tempo di cottura e il programma vengono scelti da te attraverso l’uso delle manopole.

scegliere forno cucina roma 1

Appena poco più costoso è il forno con pari caratteristiche ma funzionamento digitale che puoi riconoscere per la presenza del display.

scegliere forno cucina roma 2


Se non sei particolarmente incline alla cottura con questo tipo di elettrodomestico e quindi pensi di utilizzarlo poco, puoi tranquillamente indirizzarti su questa scelta.

Se invece, anche tu rientri nella categoria ormai sempre più numerosa, di appassionati di arte culinaria e pasticceria fai da te, ti consiglio di valutare forni più performanti.
Sono sicuramente più costosi, ma generalmente vi è un ottimo rapporto tra qualità, intesa in termini di funzionalità, e prezzo.
- Si punta sulla praticità dello spazio interno, quindi pur mantenendo le dimensioni esterne di un forno ad incasso di 60 cm, viene, attraverso l’ampliamento della cavità interna definita muffola, potenziato il volume utile che può arrivare a raggiungere anche 78 litri.

- Vengono aumentati i ripiani di cottura.

- le griglie laterali diventano telescopiche consentendo di estrarre facilmente griglie e leccarda e di controllare comodamente la cottura.

 scegliere forno cucina roma 3


- Alcuni forni per controllare in maniera ottimale lo stato di cottura dei cibi, offrono la possibilità di inserire all’interno del cibo stesso, una sonda, che permetterà la valutazione del grado di cottura senza dover aprire la porta, facendo evitare inutili dispersioni di calore e quindi consumi più elevati.

scegliere forno cucina roma 4

- Aumenta il numero di funzioni usufruibili con particolari programmi dedicati alla cottura di dolci e/o pane e pizza.
Se la pizza è la tua passione, accertati che il forno avente programma specifico per la sua cottura sia inoltre dotato di pietra ollare, che rende il risultato finale ottimale.

scegliere forno cucina roma 5

- Si può usufruire di ricettari inseriti che permettono di cuocere con sicuro successo il cibo desiderato, rispettando perfettamente dosi, temperatura e tempi di cottura favorendo quindi non solo il risultato finale ma anche garantendo consumi ottimali.

scegliere forno cucina roma 6- Si può cuocere simultaneamente su più livelli cibi diversi, sfruttando un meccanismo che neutralizza gli odori. In questo modo possono essere notevolmente ridotti i tempi di esecuzione, arrivando a cuocere menù completi in un ‘ora.
Se hai poco tempo a disposizione, ma non vuoi rinunciare alla compagnia di un buon amico offrendogli comunque un pasto completo il forno con cottura multilivello è quello che fa per te.


- Nei forni più costosi, nell’ottica di una cucina di tipo salutare, troverai la possibilità di avere la cottura tradizionale combinata con quella a vapore, oppure avvalerti della cottura ad induzione. Quest’ultima soluzione, in termini di riduzione dei consumi, risulterà per esempio ottimale per chi dispone di panneli fotovolatici, e per chi vorrà comunque ridurre i propri consumi. Sarà possibile utilizzare tale sistema, grazie all’uso di un ripiano ad induzione su cui si potrà poggiare una teglia appropriata. Il calore sarà concentrato sotto la sua superficie, quindi con zero dispersioni, ed inoltre impostato il tipo di cibo da cuocere, il forno si accenderà direttamente alla temperatura necessaria senza bisogno di preriscaldamento.

 scegliere forno cucina roma 7

scegliere forno cucina roma 8

scegliere forno cucina roma 9


- Uno studio attento è stato inoltre riservato al discorso sicurezza bambini. Nei forni con tecnologia avanzata è stato aumentato il numero delle porte, ora generalmente 3.

Questo fa si, che la porta esterna possa essere definita porta fredda e quindi a prova di bambino.
I vetri sovrapposti a mò di sandwich, possono essere facilmente rimossi, lavati sotto l’acqua corrente, e riposizionati.

 scegliere forno cucina roma 10

scegliere forno cucina roma 11

- Si possono finalmente utilizzare diversi tipi di funzione che facilitano la pulizia della cavità. Si parte da smalti potenziati, per approdare alla funzione che sfrutta il vapore per sciogliere i grassi, o meglio ancora scegliere un forno che supporti la funzione pirolitica, cioè quella funzione in cui la temperatura interna viene portata a circa 420° per un ciclo di lavorazione che dura circa 70-80 minuti. Al termine, i grassi presenti nel forno risulteranno ridotti in cenere quindi semplici da rimuovere con l’ausilio di un panno umido.

- Forni altamente performanti da un punto di vista funzionale, diventano anche veri e propri elementi di arredo. Si hanno infatti forni completamente in estetica vetro, digitali con funzionamento a sfioro.

scegliere forno cucina roma 12


Come hai visto, le caratteristiche e qualità di un elettrodomestico come il forno sono molte e possono far variare tanto sia le prestazioni che i costi.
Ora ne sai molto di più per orientarti nella tua scelta.