Quale lavello scelgo?

Praticità ed estetica. Sono le caratteristiche che tutti vorremmo avesse il lavello della cucina.

Adottando una abitudine tutta americana, la sua collocazione nei progetti cucina degli ultimi anni è generalmente richiesta sotto la finestra, per permetterci di godere del panorama esterno e rendere una pratica noiosa come quella di lavare i piatti, un piacevole momento.

lavandino cucina finestra

Di contro, la posizione meno chiesta, ed utilizzata in casi eccezionali in cui non vi è altra alternativa, è quella angolare, magari non troppo comoda ma a volte utile a risolvere problemi di spazio.

lavello angolare franke inox pinterest

Le dimensioni del lavello sono variabili in base al numero di vasche e alla presenza o meno del gocciolatoio, e la scelta della tipologia determina a sua volta la scelta della base sottostante in cui andare ad incassarlo.

L’uso sempre più diffuso della lavastoviglie, e le dimensioni sempre più ridotte delle nostre abitazioni, rendono la scelta del lavello ad una sola vasca con gocciolatoio, la più diffusa.

lavelli inox incasso smeg 1v

Qualcuno è ancora molto legato al lavello a due vasche con il gocciolatoio, mentre il lavello con sole due vasche viene utilizzato solo in caso si scelga per la propria cucina un piano di lavoro in marmo o in ricomposto in cui si sfrutta la praticità e resistenza del piano per utilizzarlo all’occorrenza come gocciolatoio, cosa altamente sconsigliata nell’uso del top in laminato.

lavello inox 2v gpcc Franke

lavello 2 vasche

 

Per avere un lavello comunque comodo, si può scegliere il lavello a vasca unica, prodotto in varie misure da poter accessoriare e quindi rendere estremamente funzionale.

lavello vascone foster

La soluzione meno utilizzata e per quanto mi riguarda anche la meno consigliata, è una vasca e mezza con gocciolatoio.

lavello 1v1 2 gocc acciaio

Perché? La seconda vasca in realtà è di dimensioni molto ridotte quindi poco pratica e funzionale.

In sostituzione allora, è preferibile utilizzare il lavello ad una vasca più grande con gocciolatoio, ed acquistare la vaschetta come accessorio da utilizzare all’occorrenza.

serie big bowl ambientata

I materiali con cui può essere realizzato il lavello sono di vario tipo.

L’acciaio è il più noto e il più diffuso, ma problematiche legate alle acque sempre più dure, quindi alle difficoltà nel mantenerlo lucido e pulito e la sua predisposizione a graffiarsi, hanno fatto crescere la richiesta di materiali diversi. L’alternativa all’acciaio tradizionale, può essere l’acquisto di lavello in finitura dekor o microdekor, cioè con la superficie caratterizzata da puntini o micro puntini in rilievo che lo rendono meno esposto ai graffi superficiali ma anche più difficile da pulire.

56411 2 piano inox microdekor arredamento.it

In sostituzione agli acciai, troviamo lavelli cosiddetti ricomposti che possono essere in:

  • fragranite
  • Metaltek
  • Vitrotek
  • keratek

La fragranite è realizzata miscelando polvere di granito e resina, per ottenere una superficie impermeabile, resistente ai graffi, al calore e molto pratica da pulire. E’ disponibile in diversi colori anche se è stata molto utilizzata con il tipico colore avena nelle cucine classiche.

granitek materiale

lavello fragranite franke

Con lo stesse caratteristiche del lavello in fragranite ma con composizione diversa, abbiamo i lavelli in metaltek composti da  polvere di metallo e resina forniti nelle varianti di colore che più possono assomigliare  a finiture acciaio, quindi adattabili in cucine stile moderno.

metaltek materiale

lavello smart metaltek

 

Lavelli in vitroteck, sono realizzati miscelando polveri di vetro e resina in cui la superficie risulta essere  liscia, compatta e  lucida e ben si adattano se abbinati a piano cottura in vetro.

vitrotek materiale

lavello vitrotek

L’ultimo materiale realizzato con la stessa tecnologia è il keratek, cioè realizzato con gres porcellanato e resina quindi resistentissimo ad urti, antibatterico, resistente al calore, inalterabile nel colore e con la quale si possono realizzare anche lavelli integrati nel top che danno eleganza grazie alla soluzione di continuità.

lavelli keratek

 

Per le cucine classiche, ma in particolar modo per quelle in muratura, molto ambito ma  poco scelto per i costi, è il lavello realizzato in pietra, con un unico vascone o con due vasche, può avere il frontale dritto, decorato o lavorato con torello.

lavello in pietra 01

lavello pietra 2 vasche

Lavello decorato